cuore mio

Piccola mia dolcissima,
ci manchi tantissimo.

Per me e papà i week end sono i momenti più difficili e più duri. Cerchiamo di farci forza a vicenda, ci comportiamo da fidanzatini, ci concentriamo sul nostro amore – quello che ha dato vita a te, cuore mio – ma è davvero complicato ignorare la tua assenza.

Attorno a noi sfilano i fantasmi di biberon, di cambi di pannolini, di bagnetti, di giochi e di grandi dormite tutti insieme nel lettone. Le telefonate di tua nonna che chiede come stai. Le visite di tuo nonno, con le lacrime agli occhi ogni volta che ti ricorda. I messaggi di tua zia, che insieme allo zio ti vorrebbero crescere e allevare (tanto da chiedere il tuo affidamento) e che invece sono, come tutti noi, vittime della lentezza della burocrazia.

Durante la settimana io e il tuo papà lavoriamo e cerchiamo di distrarci: ma quando ne usciamo sappiamo che non ti troveremo a casa, con l’uno o l’altro, ad attenderci.

Pensavo che il dolore si sarebbe attenuato, invece peggiora.

Lavoro nella città in cui tu vivi, bimba mia, nella tua nuova ignota famiglia. Quando sono per strada ti vedo in ogni bimbo che incrocio e di notte sogno di incontrarti per caso. Te l’ho detto cucciola, sei speciale, è per questo che hai due mamme e due papà: perché meriti così tanto amore che servono tante tante tante persone per dimostrartelo, tanto è immenso.

Anche se tu non puoi saperlo siamo qui ad attenderti e ti pensiamo ogni secondo: cerchiamo tutti e due di non piangere perché non vogliamo che il nostro amore per te sia macchiato dal dolore, ma qualche volta non riusciamo a trattenerci.

Piccola mia, c’è una cosa che non mi da pace ed è pensare a come devi averla presa quel giorno in cui ci hanno proibito di venire da te in ospedale. Fino al giorno prima la tua mamma passava con te almeno otto ore al giorno e il tuo papà arrivava per darti il biberon della sera: poi non è più arrivato nessuno.

Avrai creduto che ti avessimo abbandonata. Avrai pensato che non ti amassimo più.
Tesoro mio dolcissimo, mi dispiace tantissimo. Non avrei mai e poi mai voluto che tu dovessi vivere un sentimento simile. Io e il tuo papà non ti avremmo lasciata mai, credimi: ma la legge è la legge e bisogna rispettarla anche quando fa male o quando non ci sembra giusta.

Ti vogliamo immensamente bene e speriamo tanto di potertelo dimostrare in tutti gli anni a venire: intanto, prego che la tua nuova famiglia sia buona e che ti ami quanto ti amiamo noi.

Piccola mia,
ci manchi tantissimo.

img_5410

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...